Mercoledì 29 Giugno 2022

Supermanager e superpagati. La lista dei paperoni dei Comune di Napoli

 

Napoli, 2 gennaio 2013 – Ricchi, ricchissimi, praticamente manager. E chissenefrega della crisi, dei conti in rosso di Palazzo San Giacomo, di maestrine che debbono dichiarare guerra di piazza per garantire il tempo pieno ai bimbi in asilo. Chissenefrega dei Bros e delle tante sigle di disoccupati in attesa di giudizio, perché l’assunzione sarà solo una chimera. E chissenefrega degli operatori del sociale, e dei ragazzi tolti da strada ma che per strada torneranno perché i tagli toccano anche chi si prende cura di loro. Ma i soldi dei manager no, quelli non si toccano. Se si scorrono le cifre dell’albo pretorio pubblicato dal Comune di Napoli a San Silvestro, si scopre, ad esempio, che Mario Hubler, già direttore di Bagnolifutura, già capo della segreteria politica della Regione ai tempi di Bassolino, è oggi il Paperone di Palazzo San Giacomo. E lo è da quando è stato nominato amministratore unico della Acn, la società di scopo nata per la gestione di Coppa America, che vede il Comune impegnato insieme a Regione, Provincia e Camera di Commercio. Ebbene, il guadagno lordo di Hubler amministratore unico è di 125.280 euro. Primo nella tabella dei super pagati, Hubler è inevitabilmente l’uomo contro cui si leva il moto di indignazione generale. L’associazione “Napolipuntoacapo” prende spunto per invocare un referendum per la riduzione dei supercompensi. Il diretto interessato non ci sta. “Il mio è un incarico di amministratore unico, con le mansioni che sono anche del consiglio di amministrazione e dei direttori generali – risponde Hubler – inoltre – aggiunge – da quando sono stato nominato non ho visto un euro”. Finora non soldi non ne ha visti, Hubler, ma li vedrà. Come li vedrà e già li vede Renzo Brunetti, amministratore unico della Anm, l’azienda di trasporti cittadina che, a scapito della paventata chiusura, paga il suo amministratore 120mila euro. Ultimo posto del podio ad Alberto Ramaglia, amministratore unico di Metronapoli, coi suoi 100mila euro tondi. Va comunque detto che cinque anni fa il Comune era impegnato in 18 società, oggi in 17. E che la spesa si è ridotta da 1 milione e 950mila euro a poco più di 1 milione e mezzo. Poca cosa, comunque, se si pensa che, nel frattempo, lo stesso Comune ha annunciato una severa sforbiciata dei salari ai dipendenti con una mano. Nel mentre, si dice pronto a compiere salti acrobatici per evitare tutti i paletti di bilancio e assumere un nuovo comandante della polizia municipale: il colonnello della Finanza Domenico Giovanni Castrignanò, collaboratore e amico di De Magistris ai tempi in cui il sindaco in bandana indossava la toga di magistrato.

(giuseppe porzio)

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27