Giovedì 30 Maggio 2024

In fumo Citta’ della Scienza, aperta indagine. Non si esclude il dolo

Napoli, 5 Marzo 2013- Le lingue di fuoco erano visibili da lontano. Un  incendio vastissimo ha praticamente distrutto Citta’ della Scienza, il museo interattivo considerato tra i gioielli culturali di Napoli oltre che uno dei suoi piu’ validi attrattori turistici, con una media di 350mila visitatori l’anno. Ancora ignote le cause: unica certezza è che all’interno della struttura non c’erano persone grazie alla chiusura settimanale del lunedi. I danni ingenti: sopravvissuti solo i muri perimetrali ma l’interno dei padiglioni, devastato. Il fronte del fuoco lungo piu’ di un centinaio di metri, dal rogo si è alzata una colonna di fumo visibile da buona parte della città. Immediato l’allarme, decine i vigili del fuoco al lavoro mentre  le forze dell’ordine hanno chiuso al traffico Via Coroglio , di fronte al mare di Bagnoli dove sorgeva la struttura. Dei numerosi padiglioni che componevano lo Science Center solo uno è stato risparmiato dalle fiamme. Le testimonianze riferiscono una estensione rapidissima dell’incendio, complice la gran presenza di legno e altri materiali infiammabili. E cosi in pochi  in pochi minuti  è andato in fumo un polo, nato dall’intuizione di Vittorio Silvestrini, Presidente della fondazione Idis, che in una dozzina d’anni aveva guadagnato consensi e credibilità, non solo come luogo dove apprendere praticamente le leggi della scienza, grazie ad esperimenti pratici e dimostrazioni dal vivo, ma anche come centro congressi di alta formazione. La prima fase del progetto risale agli anni Novanta, nel 2001 l’inaugurazione del vero e proprio museo interattivo, poi  ampliato da successive realizzazioni. Il tutto nello scenario di Bagnoli, il quartiere ex industriale che, conclusa l’era dell’acciaio e dell’Italsider, aveva visto proprio in Città della Scienza il primo simbolo concreto di un progetto di bonifica e di rinascita del quartiere.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27