Martedì 28 Giugno 2022

Behrami carica il Napoli

Valon Behrami, è intervenuto a radio Marte Sport. Ecco quanto evidenziato da Tutto Napoli.net:”Sono quelle cose difficili da spiegare e far capire a chi sta fuori, sono soddisfazioni che rimangono dentro e mi porto avanti tutti i giorni per cercare di rivivere questi momenti. Per me la standing ovation vale doppio perché non sono un calciatore che fa gol o azioni eclatanti quindi per me è motivo di grande orgoglio e mi sprona ad andare avanti nel mio lavoro”.Impatto felice “Non mi aspettavo di entrare subito in maniera importante nel gruppo,di capire cosa vuole l’allenatore e invece so sempre quello che vuole il mister e riesco a farmi trovare pronto dalla squadra. Questo è molto importante a livello di obbiettivo personale ma nel processo di crescita che ho avuto, sapevo di essere utile alla causa”.La posizione che prediligo “Nella mia carriera ho fatto tanti ruoli, mi adatto facilmente a differenti posizioni e il ruolo di ora mi piace un sacco perché riesco a dare una grossa mano alla squadra e mi sento importante; prediligo questo o il mediano a due”.Guai a sentirsi favoriti “E’ una partita delicata perchè la stampa ci da favoriti e in realtà non è così, il Milan sta bene e ha vinto tanto ultimamente; l’imprevisto di Firenze non deve far abbassare la concentrazione ed è molto forte; se perdiamo ce la troviamo dietro. Per me questo ottimismo è ingiustificato”.Come si vince a San Siro “Ho vinto col Milan quando ero con la Fiorentina e vincemmo per fortuna; se togli però a loro le risorse di gioco e trovi le tue occasioni allora hai possibilità. L’importante è mettere subito pressione e fare bene la fase difensiva perché davanti abbiamo grandi giocatori che troveranno l’occasione per colpire”.Il mio ruolo nella partita “Sono concentrato sul pressing, io dovrò andare ad attaccare giocatori come Montolivo e tra le linee uno come Boateng”.Milan forte “E’ una squadra forte, è in fase di cambiamento come noi; dobbiamo andare a San Siro ed essere umili perché se cambiamo atteggiamento possiamo pagare e fare una brutta figura”.Conta la squadra “Per un giocatore il gol è emozione ma, in questo momento, sono in ruolo che partecipa poco alla fase offensiva anche perché ci sono giocatori li davanti molto più bravi di me. Io servo in difesa e le soddisfazioni personali ogni tanto me le tolgo ma il gol non è un’ossessione”.Sostituzione contro i viola “A Firenze non ero arrabbiato col mister: ce l’avevo con me perché feci un’entrata da mezzo giallo quando Mazzarri mi disse che non dovevo fare entratacce”.Gioca chi sta meglio ” Blerim è in ottima condizione di forma e in questo moemnto ha fatto la differenza. Gokhan ha fatto benissimo fino a 4 partite fa, ora è in un momento non brillante ma rimane un giocatore fondamentale. Tutti e tre ci facciamo trovare pronti” Re dei tackle “Ho letto della statistica: è nel mio modo di giocare e tante volte vedo i perfezionisti che dicono che faccio troppi falli ma piace il mio modo di giocare. Non si può avere una statistica del genere senza commettere qualche fallo: è difficile fare entrambe le cose quindi non capisco di cosa si lamentano. Ogni settimana guardo i video dei giocatori avversari che mi ritroverò nella mia zona, cerco di capire le mosse che fanno e valuto come comportarmi”.Preparazione alla partita “La tattica non è stata diversa da altre partite perché in questi due giorni lavoreremo sulla testa che sulle gambe”.La cioccolata di Blerim “Avendo la bambina qui torno difficilmente a casa, Blerim la porta e riempie il tavolo ma, quando torniamo, già non c’è più: va a ruba”.Rimpianti e traguiardi “Lo scudetto purtroppo è andato, ci mangiamo le mani ed è un grande peccato. Il traguardo Champions è il nostro obbiettivo e sarebbe importante per la programmazione futura della società raggiungere questo traguardo”.Coppa Italia primavera “Sarà una bella giornata e magari queste cose succedono più in Germania e meno in Italia ma è comunque una bella cosa”.Nomignoli “I napoletani sono pieni di fantasia e i nomignoli fanno piacere però non oso immaginare come mi chiameranno quando le cose non andranno bene. Il paragone con Bagni mi fa piacere, è stato un grande che metteva anima e cuore come faccio io quindi questo paragone mi lusinga”.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27