Venerdì 1 Luglio 2022

Turiste per caso e narcos per professione: i nuovi corrieri “in gonnella” della camorra

 

Napoli, 23 settembre 2013- Che ci siano quote rosa anche nella camorra non è un dato di oggi. Di nuovo c’è che queste signore sono diventate operative al punto da essere assoldate come insospettabili corrieri di droga nel terminale del crocevia America Latina-Spagna-Italia, con Torre Annunziata e Secondigliano come stazioni ultime d’arrivo. La chiamarono operazione Hama’l. L’indagine, in due momenti, ha portato a sgominare una holding specializzata nel traffico di sostanze stupefacenti foraggiata dalla costa torrese dei Gionta e dagli scissionisti di Secondigliano. A questi ultimi anche l’onere di distribuire le ingenti partite di droga, cocaina in particolare, tra i clan della Campania. Un tacito e fruttuoso accordo per un affare comune: lo spaccio. A dirigere partenze e arrivi, Vincenzo Scarpa, in arte ’o dottore, arrestato a Fiumicino pochi istanti prima di imbarcarsi su di un volo diretto a Madrid. Dove convergevano i grossi carichi di droga da importare in Italia. E dove agiscono da tempo le signorine del clan. Che in Spagna, quasi fosse un viaggio premio, ci vanno nelle vesti e nelle funzioni di turiste. Poco più che trentenni, parenti o amiche degli amici, in cinque avrebbero già compiuto più di un viaggio per prelevare e importare droga. E, tra un carico e l’altro che ha valicato i confini, la meritata vacanza in terra iberica. Lo si evince dall’ordinanza notificata al termine dell’inchiesta Hama’l e dalle rivelazioni, a verbale, del pentito Alessandro Montella, che chiama in causa Ernesto Gionta (fratello di Valentino) che con Scarpa organizzava l’import-export della coca. All’import badavano loro, le ragazze del clan, turiste per qualche giorno, narcos in gonnella ricercate in tutta Europa.

 

(giuseppe porzio)

droga_cocaina

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27