Martedì 28 Giugno 2022

L’appello di Caldoro a Governo e Parlamento: “Le Terre dei Fuochi emergenza nazionale, serve una legge speciale”

 

Napoli, 10 ottobre 2013 – Appena qualche giorno fa aveva scoraggiato un po’ tutti, illustrando uno studio in base al quale per bonificare le terre avvelenate della Campania non bastano 70-80 anni. Ora ha preso la situazione in pugno, per riproporre a tutta la nazione il tema emergenza ambientale in Campania. Tenuto conto che ad inquinarla ci sono venuti dal Nord. Dunque, per il governatore della Campania, Stefano Caldoro, si tratta di “una emergenza nazionale”, e per affrontarla “ci vuole una legge speciale”. A partire da un assunto: “La vicenda Terra dei Fuochi è figlia di comportamenti illegali, di inciviltà quotidiana e dobbiamo affrontarla noi con i nostri mezzi e con le nostre forze”. Da qui, il severo attacco del presidente della giunta regionale: “Le bonifiche – afferma Caldoro su Facebook – sono la risposta a territori che sono stati stuprati per anni dalla criminalità organizzata, da certa politica convivente, da un sistema di imprese che ha lavorato contro queste terre. Alcune terre della Campania circa il 5% del territorio, – informa il governatore – sono per anni diventate lo sversatoio illegale di molti paesi europei cosi come di molte regioni italiane”. Quindi, l’appello al Parlamento e al Governo, a cui Caldoro chiede “una legge speciale per le bonifiche. Una legge che individui in maniera concreta le risorse, che indichi un cronoprogramma di interventi”. Un passaggio anche sulla questione termovalorizzatore di Giugliano. Caldoro evidenzia che “sono da tempo allo studio diverse soluzioni e sottolineo diverse. Una cosa è chiara – aggiunge – le ecoballe vanno eliminate da Giugliano e dalle zone interessate. Questo scempio non deve continuare. Ma anche qui ci vuole chiarezza. Si protegge una comunità decidendo, con il fare, con il sì e non con i no. Chi si oppone a tutto fa, spesso involontariamente, il gioco di chi nel passato ha portato la Campania a essere in emergenza”. Una terra sulla quale si affaccia il fantasma della speculazione sui prodotti alimentari. Con le grandi catene di distribuzione che hanno già rallentato la richiesta, facendo crollare il prezzo dei prodotti della Campania, non solo della Terra del Fuochi, al trenta per cento. Con il rischio di far collassare uno dei comparti maggiormente produttivi dell’intero tessuto economico regionale.

caldoro_stefano

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function wpc_likebutton() in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php:27 Stack trace: #0 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/comment-template.php(1554): require() #1 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/single.php(24): comments_template() #2 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-includes/template-loader.php(106): include('/web/htdocs/www...') #3 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-blog-header.php(19): require_once('/web/htdocs/www...') #4 /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/index.php(17): require('/web/htdocs/www...') #5 {main} thrown in /web/htdocs/www.canaleotto.it/home/wp-content/themes/canale8v2/comments.php on line 27