Mercoledì 29 Giugno 2022
31/07/2014 18,09 Parte il colpo mentre gli mette le manette, rapinatore ucciso da carabiniere. Aveva derubato una coppietta e palpeggiato la ragazza
Napoli, 31 luglio 2014 – “Il carabiniere cercava di ammanettarlo. Gli urlava ‘Fermo, stai fermo’. Poi si è sentito il rumore di uno sparo”. La ricostruzione in sintesi nel laconico racconto di chi ha visto. Di chi, da un balcone, ha assistito alla morte in diretta di un rapinatore per mano di un carabiniere. Per un colpo, questa la versione del militare, partito accidentalmente...
11/09/2012 11,56 “Mi hanno rubato la catenina”, pregiudicato semina il terrore in ospedale
Napoli, 11 settembre 2012 – Trasportato in ospedale in preda a una crisi epilettica, dopo essersi ripreso ha minacciato infermieri e medici sostenendo che sarebbe andato a prendere una pistola, subito dopo ha scatenato il terrore tra i reparti alla ricerca di un sedicente ladro che, a suo dire, lo avrebbe derubato di una catenina d’oro. Prima di essere fermato ed arrestato,...
23/07/2012 15,51 Minacciano il “pentito”, in carcere intera famiglia vicina al clan Di Gioia
Torre Annunziata, 23 luglio 2012 – Hanno minacciato di morte i genitori di un uomo reo di avere detto alle forze dell’ordine che aveva “custodito” una pistola di un affiliato al clan Di Gioia. Per questo motivo i carabinieri del nucleo investigativo del gruppo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Napoli su...
28/06/2012 18,26 Ucciso a tre anni mentre gioca con la pistola del padre, il genitore denunciato per omicidio colposo
Napoli, 28 giugno 2012 – Il botto è risuonato poco dopo le sette in questa palazzina in via Santa Maria a Cubito, a Giugliano. Il botto di un colpo di pistola. A terra resta un frugoletto, riverso nel suo sangue. Si chiamava Francesco, aveva appena tre anni. Il proiettile lo ha centrato al fianco sinistro e lo ha passato da parte a parte, uscendo dal petto. Per il piccolo,...
30/05/2012 14,23 Uccide la moglie e chiama il 112: “Si è suicidata”
Napoli, 29 maggio 2012 – Dodici ore nel chiuso di una stanza. A ricostruire, ricordare cosa aveva visto, cosa era successo. E perché la moglie si sarebbe dovuta suicidare a soli 33 anni, senza nessun altro motivo che un matrimonio che non voleva più decollare. E come aveva fatto a prendere la sua pistola. Dodici ore, poi il crollo. “Non si è suicidata, l’ho uccisa io....
02/01/2012 9,52 Capodanno di follia: un morto e 114 feriti.
Napoli, 2 gennaio 2012 – La  notte di San Silvestro quest’anno ha fatto una vittima. Il 39enne Marco D’Apice però non è morto ucciso da un petardo letale, ma da un colpo di pistola sparato insieme ad altri otto dalla stessa persona e a distanza ravvicinata. Uno quello che lo ha ucciso, degli altri otto ne sono rimasti i bossoli che hanno permesso di individuare il tipo...